I dati mostrano che il mito „Gli Altcoin più economici rendono di più“ è imperfetto

14. Juli 2020 0 Comments

Molti investitori credono che l’acquisto degli altcoin più economici produca maggiori rendimenti durante i rally, ma è vero?

Per molti investitori il crypto trading rimane un affare

Per molti investitori il crypto trading rimane un affare da straccioni a ricchi dove gli investitori inesperti sperano di diventare ricchi acquistando gli altcoin più economici come hanno fatto molti trader alle prime armi nel 2017.

Attualmente, la maggior parte dei trader non si aspetta che Bitcoin Evolution pompa il 50% o più in una sola settimana, dato che $18.400 sembrano piuttosto impraticabili. D’altra parte, molti di questi stessi investitori sono disposti a mettere i loro fondi duramente guadagnati dietro un tetto più basso, altcoins più economici con la speranza che l’acquisto di crittocurrenti più economiche porti a un rendimento più alto.

Come gli anni precedenti hanno dimostrato, gli altcoin possono acquisire rilevanza anche quando i mercati delle monete criptate rimangono ragionevolmente stabili aumentando la loro quota di mercato. Questi periodi sono comunemente noti come stagione altcoin, e possono estendersi da pochi giorni a un paio di mesi.

Le cadute di dominio dei bitcoin fanno scattare i rally degli altcoin
Non c’è una definizione chiara di stagione altcoin, anche se in genere comporta un calo significativo della dominanza Bitcoin. Una riduzione di appena il 3% sul grafico della dominanza Bitcoin attira 8 miliardi di dollari di valutazione, spostandosi verso il tetto di mercato di 100 miliardi di dollari delle valute crittografiche alternative.

Analizzando i periodi di 15 giorni nell’ultimo anno, si possono trovare quei momenti di euforia altcoin, che tendono ad accadere sia sulle tendenze rialziste che neutre delle crittocorse.

Poiché Bitcoin perde livelli di supporto significativi o affronta tendenze ribassiste, gli investitori tendono ad evitare il rischio sugli altcoin, causando un aumento del predominio di BTC.

Precedenti stagioni altcoin

Queste quattro occasioni lasciano un segno evidente e il recente calo del 2,2% all’attuale quota dominante del 63,8% dell’11 luglio si è avvicinato. Di seguito sono elencati i più alti cali di dominanza della BTC in periodi di 15 giorni.

Il grafico sopra riportato mostra quattro recenti occasioni in cui gli altcoin hanno guadagnato terreno rispetto alla capitalizzazione di mercato di Bitcoin. Se il mito delle monete a basso prezzo che hanno un potenziale maggiore tiene, si dovrebbe vedere quelli che superano gli altcoin rimanenti durante ciascuno di questi altseason.

Si dovrebbe notare che il numero di monete in circolazione fissa per lo più il prezzo unitario di una moneta criptata. I fondatori possono decidere arbitrariamente tra migliaia e miliardi di potenziali monete in circolazione, incidendo così sul suo prezzo unitario.

Il dominio della BTC è sceso del 4,8% dal 30 gennaio al 14 febbraio

Il 2020 è iniziato alla grande per Bitcoin, passando a 9.330 dollari dopo una corsa del 30% a gennaio. L’inizio di febbraio non è stato diverso, e gli altcoin hanno continuato a correre fino a quando il Bitcoin ha raggiunto un picco vicino al livello di 10.400 dollari. Il dominio della BTC ha raggiunto il livello più basso degli ultimi sette mesi, segnando un massiccio rally di altcoin.

26 delle 38 valute crittografiche con un prezzo inferiore a 3 dollari tra le prime 60 sono riuscite a superare l’aumento del 35,2% della capitalizzazione di mercato degli altcoins. Si tratta di un considerevole rapporto di successo del 68% che favorisce le monete a basso prezzo.

D’altra parte, il 16% ha terminato il periodo con un ritardo del 10% o più, un risultato in qualche modo positivo per chi scommette su monete criptovaglie a basso prezzo.

Il grafico qui sopra mostra i periodi esatti di esuberanza dell’altcoin, visualizzati dalla sua capitalizzazione di mercato. Il picco di inizio febbraio di 109,4 miliardi di dollari si distingue chiaramente, segnando il livello più alto dal luglio 2019.